venerdì 17 ottobre 2014

Cestino di pane porta pane


Prove generali per il natale iniziate, intanto ieri avevo tanta pasta madre in più, domenica avrò degli ospiti per un pranzo formale così ho deciso di provare una cosa diversa....
Si vede che è bicolor?


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Panissimo di ottobre le cui madrine sono Bread & Companatico e Sono io, Sandra, ospitato dalla simpatica artista di De Gustibus Itinera, inoltre per gemellaggio con l'amica polacca Zapach Chleba

La ricetta l'ho inventata con quello che avevo in casa ovvero:
500 gr di farina 0 manitoba o 250 gr 00 e 250 gr manitoba o farina forte, anche tutta farina 0
150 gr di esubero di pasta madre o 12 gr di lievito di birra
80 gr di yogurt bianco
80 gr di latte
150 gr di acqua
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (opzionale)
50 gr di olio evo
1 cucchiaino di malto o miele
2 gr di sale


Procedimento:
ho inserito nella planetaria latte, malto, yogurt ed acqua fredda e ci ho spezzettato la pasta madre dentro, quindi ho mescolato con cucchiaio o con gancio k velocità 1 fino a fare sciogliere tutto, quindi ho inserito la farina setacciata, il gancio a spirale e avviato a velocità 2 per 2 minuti, quindi ho aggiunto il sale, e continuato per altri 15 minuti inserendo l'olio a filo in 3 volte.

Raggiunta l'incordatura ho diviso in due ed inserito in un impasto il pomodoro e dopo un po' 2 cucchiai di farina per far riprendere l'incordatura.

Quindi ho lasciato gli impasti in due in ciotole coperte per 30 minuti, fatto un giro di pieghe a 3 e lasciato un'altra ora quindi ho steso i panetti con il mattarello ed ho tagliato in tante strisce circa 40 cm x 1, che ho composto prima sovrapponendone 6 bianche sopra allo stampo, disponendole a raggiera su uno stampo per pandoro o qualsiasi altro adatto alla cottura nel forno, ricoperto da carta da forno bagnata e strizzata in modo che aderisse per bene allo stampo.
Dopo ho passato 4 strisce rosse una sì e una no per i lati, intrecciando come in foto, creando prima la struttura.
Poi con le strisce rimaste ho fatto delle trecce da sovrapporre sulla base e sul bordo superiore.
Per la base ho steso un po di impasto a forma di cerchio.
L'importante è che le strisce non siano in tensione altrimenti si staccherebbero, per unire i due estremi fate un po di pressione o utilizzate uovo (per me non ce ne è stato bisogno).
Quando il composto lieviterà si uniranno di più.
A composizione finita, spennellate con olio e coprite con pellicola o telo umido e lasciate fino al raddoppio circa 4 ore (90 minuti con lievito di birra).
quindi cuocete per 30 minuti 180° con vapore per i primi 15 minuti.
lasciate raffreddare prima di togliere lo stampo.









Posta un commento